Jellyfish barge

De Melimed wiki
Aller à la navigation Aller à la recherche

Categoria[modifier]

Dispositivo

Temi[modifier]

deforestazione, sovrappopolazione, cibo, energia solare, consumo di suolo

Cosa[modifier]

Jellyfish Barge è una serra modulare galleggiante pensata per l’agricoltura urbana, in grado di depurare l’acqua necessaria e usare solo energia solare. È una soluzione economica, trasportabile e replicabile, progettata per creare spazi coltivabili e fruibili nei bacini idrici delle città e sulla costa. Coniugando la produzione alimentare a km 0 con la possibilità di innescare processi di rigenerazione urbana e sociale, Jellyfish Barge è al contempo una serra e un luogo di incontro, di formazione e di innovazione.

Inoltre unisce due dispositivi molto utili e interessanti: l’idroponica e i giardini galleggianti.

Cosa-JELLYFISH AMBRA TIEGHI.jpg

Chi[modifier]

Il progetto multidisciplinare 'Jellyfish Barge' è coordinato dal professor Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale e fondatore di 'Pnat', la start up spin-off dell'Università di Firenze che si occupa della progettazione e sviluppo del prototipo. La serra galleggiante è stata installata ai Navicelli di Pisa fra il settembre e l'ottobre 2014 ed è attualmente in fase di test. Il contributo iniziale è stato della Fondazione Carifi e della Regione Toscana. Un altro prototipo sarà sistemato in Arno a Firenze, nei pressi della Torre di San Niccolò, durante il periodo dell'Expo, fiera a cui 'Pnat' parteciperà presso lo stand di 'Coop Italia’.

Potenzialmente, grazie ai pochi requisiti necessari, può essere utilizzata in qualsiasi luogo che è affacciato sul mare, su un lago o su un fiume.

Dove-Mediterraneo JELLYFISH AMBRA TIEGHI.jpg

Quando[modifier]

Il progetto nasce nel 2014/2015 e l’idea nasce da una domanda, in un pianeta dove le risorse sono sempre più scarse, come verrà prodotto il cibo di cui le popolazioni avranno bisogno, dove prenderanno l’acqua necessaria e la terra per altre colitvazioni? Jellyfish Barge, propone una rivoluzionaria risposta. Il progetto è una serra agricola galleggiante che produce cibo senza consumare suolo, acqua dolce ed energia.

Quando-JELLYFISH AMBRA TIEGHI.jpg

Come[modifier]

La serra poggia su una base di legno che galleggia grazie a fusti di plastica riciclati. Dei dissalatori solari sono disposti intorno alla struttura e producono fino a 150 litri d'acqua dolce pulita al giorno, che poi ricade sulle piante replicando in piccolo la naturale distillazione solare. Le coltivazioni sono organizzate su cavalletti verticali e le loro radici crescono fuori terra, con un riuso continuo di acqua che viene arricchita con un flusso di nutrienti.

Le dimensioni sono contenute e adatte a sostenere due nuclei familiari, garantendo sicurezza idrica e alimentare senza pesare sulle risorse esistenti. La forma ottagonale del modulo permette di affiancare più unità collegandole tra loro con piattaforme a base quadrata, trasformandosi in mercati e luoghi d’incontro per una piccola comunità sull’acqua.

La tecnica di coltura idroponica permette di coltivare ortaggi e vegetali fuori terra con il continuo riciclo dell’acqua, permettendo un risparmio idrico fino al 70% rispetto alle colture tradizionali.

Come Diagramma funzionamento JELLYFISH AMBRA TIEGHI.jpg

Perché[modifier]

Questo sistema per le coltivazioni future potrebbe essere una soluzione non solo per la carenza di acqua dolce in alcune aree costiere, dove però abbonda l’acqua salata, ma anche per la carenza di spazio dovuta all’aumento demografico. Jellyfish Barge è un’interessante esempio di come la coltivazione sul mare sia la nuova, praticabile, frontiera alimentare del mondo: considerando che molte megalopoli sono costruite in prossimità del mare, queste mini-fabbriche (la modularità del sistema garanstice che molte unità possono essere collegate insieme per dare vità a task force produttive) pulite di vegetali potrebbero veramente rappresentare una soluzione a costi super-sostenibili per quello che potrebbe diventare un nodo gordiano per chiunque.

Bibliografia /Sitografia[modifier]

Parole chiave[modifier]

assenza di suolo; idroponica; sovrappopolamento


Pagina realizzata da Ambra Tieghi.